"problema" osservazione lunare

Sezione dedicata ai nuovi iscritti che si vogliono presentare al forum

Moderatore: serastrof

yuriantonacci
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 8
Iscritto il: 23/02/2019, 10:10
Strumentazione: Netwon sw 200/1000 f/5 su montatura eq5 non motorizzata
Località: Roma
Sesso: Uomo - Uomo

"problema" osservazione lunare

Messaggio #1 da yuriantonacci » 24/03/2019, 12:05

Ciao a tutti, ieri sera dopo più di un mese, sono riuscito nuovamente a fare qualche osservazione per provare i nuovi oculari che ho acquistato (3,5 e 2,5 mm newton 200/1000). Mi sono concentrato sui crateri lunari, spinto dalla curiosità nel portare al "limite" il mio strumento. Tuttavia, una volta inquadrato il cratere kepler, e dopo molto tempo a focheggiare, non sono mai riuscito a raggiungere un'immagine ben definita. A questo punto ho pensato a due possibilità: 1) la turbolenza atmosferica, 2) la collimazione del mio newton (fatta con un collimatore laser qualche ora prima). Spostandomi su una parte della luna a cavallo tra la parte illuminata e quella non illuminata, l'immagine appariva più contrastata, si riusciva a raggiungere una messa a fuoco decente ma vedevo come delle onduline (che ho attributito alla possibile presenza di turbolenza). L'ultima prova che ho fatto per capire se potesse dipendere dalla collimazione è stata quella di "scollimare" lo strumento, muovendo per 1 giro una delle tre viti di collimazione e riprovare a focheggiare. il risultato non è cambiato di molto, cioè non riuscivo a mettere a completamente a fuoco il cratere ma l'immagine non era cosi degradata (allego il risultato della messa a fuoco con strumento collimato fatta da smartphone, che risulta essere molto vicino a quello che vedevo io - dovrebbe essere Copernicus).
Dopo questa lunga premessa (della quale mi scuso con tutti :-)) volevo porvi qualche domanda: 1) le considerazioni che ho fatto hanno un senso di esistere? 2) in osservazione lunare spingendo il telescopio al massimo ha un maggiore impatto la collimazione dello strumento o il seeing? 3) mi sto forse aspettando troppo e questo in foto è un buon risultato?

Grazie mille a chiunque avrà voglia di rispondere!!
Buona giornata
Allegati
luna.jpg
ottenuta con 2,5 mm
luna.jpg (1.45 MiB) Visto 268 volte

Share This


0 0
0
0 0
Loading...
Avatar utente
Jerry
Astrofilo Super Attivo
Astrofilo Super Attivo
Messaggi: 596
Iscritto il: 21/02/2015, 22:09
Strumentazione: Celestron 8, Skywatcher80ed, Skywatcher120ed, Celestron 11, Canon 350d, Canon600d, ASI120MM, Atik4000M, filtri LRGBHOIISII Baader, Tecnosky 115/800, TS 80/480, PST, MTO1000,
Località: Lombardia
Sesso: Uomo - Uomo

Re: "problema" osservazione lunare

Messaggio #2 da Jerry » 26/03/2019, 20:24

La turbolenza vince su tutto, poi la collimazione ed infine i troppi ingrandimenti in relazione ai primi due problemi. Con il 2.5mm hai 400 ingrandimenti che possono essere ancora sfruttati con tutte le condizioni ideali ma basta poco per soffrirne. Le "onduline" sono sintomo di alta turbolenza e quindi niente alti ingrandimenti.

yuriantonacci
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 8
Iscritto il: 23/02/2019, 10:10
Strumentazione: Netwon sw 200/1000 f/5 su montatura eq5 non motorizzata
Località: Roma
Sesso: Uomo - Uomo

Re: "problema" osservazione lunare

Messaggio #3 da yuriantonacci » 26/03/2019, 22:17

Ti ringrazio moltissimo per la risposta!
Era la mia prima osservazione con questo oculare pensavo potesse derivare da qualcos altro. Effettivamemte confrontando con una foto di un mesetto fa a parità di oculare (7 mm) questa ultima era molto meno nitida, ad avvalorare la turbolenza che poteva esserci.

Grazie ancora


Torna a “Presentazione nuovi iscritti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite