Primo telescopio dopo il "sessantino".

Tutto ciò che concerne la pratica dell'astronomia, la strumentazione, l'autocostruzione e i softwares astronomici

Moderatore: serastrof

Avatar utente
Mikk
Astrofilo Attivo
Astrofilo Attivo
Messaggi: 340
Iscritto il: 01/03/2013, 15:10
Località: Campania
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #16 da Mikk » 14/10/2016, 19:13

Bellissima la soluzione per binocolo :D
SCT C8-Acro Vixen 102/1000M-Apo Tecnosky 70/420 ED-Mak 127-Acro SW 70/500
Celestron adv CG5 gt-Ziel eq.3.2
ASI 120 mm-ASI 120 mc-Canon 450D UnMOD
Torretta MaxBright+coppie Meade SP32-TecnoSky FF19-TS Er15-K10
Pl25-SP9.8-Planetary 8 ED-Or6 HD[/i]

Share This


0 0
0
0 0
Loading...
Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6652
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #17 da serastrof » 17/10/2016, 10:34

Il pantomaxi di Gaddo Fiorini é un'invenzione mirabile, che però é rimasta di nicchia fra i binofili incalliti, al punto che l'artigiano ha dovuto dismettere l'impegno su quel progetto. L'uso con sdraio ne dimostra le capacità estreme, anche se con i pantografi il problema principale restano le vibrazioni, solo in parte smorzate dalle guarnizioni inserite da Gaddo nell'ultima release.

Ma stiamo finendo off-topic.

A Luca01 vorrei fornire un ulteriore consiglio: non aver fretta, ma costruisci il tuo telescopio pensando al futuro.

Intendo dire: non concentrarti sul tubo, bensì sulla montatura. Essa é il cavallo su cui dopo va montata la sella. La sella la cambi con facilità, il cavallo molto meno.
Con il budget che hai, cerca di avere la montatura più grande e robusta che puoi, non sarà mai abbastanza, come il diametro.

Ogni montatura ha una capacità di carico, in termini di peso, molto limitata, poi vibra e balla, e la visione é veramente fastidiosa quando tutto si muove davanti agli occhi. Una montatura grande, pesante e robusta significa che rimane precisa e stabile sull'oggetto, anche per ore. Oppure che domani puoi cambiare il tubo e mettercelo più grande (più pesante), sopra. Quindi meglio una Eq3 od Eq5 di una Eq2, anche senza tubo (arriverà con i prossimi risparmi/regali di natale). Meglio con motore integrato, che con l'accessorio esterno.

Diverso il discorso con i dobson. A parità di diametro. meglio un dob con l'intelliquest che senza. Ma fra un dob grande senza, ed uno più piccolo con, meglio il primo (salvo che stia messo male, es. lo specchio primario é macchiato/corroso).

Insomma: punta in alto anche se step by step, siamo o non siamo amanti dell'Infinito?
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

Avatar utente
luca01
Astrofilo
Astrofilo
Messaggi: 151
Iscritto il: 25/01/2013, 21:22
Strumentazione: Rifrattore Skywatcher 60/700az, oculari 20mm e 12,5 mm + lente di barlow x2. Dobson Skywatcher 200/1200, oculare Super 10 mm, oculare Super 25 Wide Angle.
Località: Sicilia, Messina
Sesso: Uomo - Uomo

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #18 da luca01 » 19/10/2016, 21:28

Inizio a tenere in considerazione i dobson. Mi potreste fare il confronto tra lo skywatcher 130/900 eq 2 e il dobson Skywatcher 150/1200 per quanto riguarda il peso, e l'altezza da terra( per il 130, riferita con il cavaletto aperto al massimo). Mi pare di aver sentito che il dobson 150/1200 pesi sui 15 kg, e che il 130 eq2 sui 20.
Luca

Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6652
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #19 da serastrof » 20/10/2016, 10:04

Piffero, ti avevo risposto (e pure mettendoci un bel po'...) ma vedo ora che qualcosa non ha funzionato!

Non penso che - in fatto di telescopi - sia corretto a ragionare in termini di peso e dimensioni dello strumento, piuttosto che di funzionalità, uso e risoluzione. Ciò nonostante la logistica personale può giustificare gli interrogativi che ci hai posto.

Allora: le due strumentazioni non sono comparabili, ovviamente. Una montatura equtoriale la smonti ed in genere si ripone smontata, col dobson ovviamente é diverso: in genere non si smonta, ma lo si trasporta così com'é con le apposite maniglie. Oppure si stacca solo il tubo dalla "rockerbox" (la scatola di legno su due piatti rotanti, che constituisce la "montatura"), lo si movimenta e poi lo si riassembla, tanto di fatto basta reincastrare il tubo sulla culla di altitudine.

Dai datasheet pubblicati dai rivenditori internet lo SW 150/1200 Skyliner risulterebbe di 25Kg (di cui 5 del solo tubo) (Il GSO 6inch invece 17.1 kg = optical tube 9 kg, base 8.1 kg), a fronte di 22,1 (4,2 l'OTA) di un complessivo 130/900 su Eq2 con contrappeso.
Ma non sono i tre chili a farti la differenza.

Non trovo le dimensioni esatte, né personalmente le ho mai misurate, però il dob in esame ha una focale di 1200mm, e come tutti i newton non duplicati, la focale coincide grosso modo con la lunghezza fisica del tubo. Arrotondiamo per sicurezza in eccesso di 5-7 cm (poiché sotto c'é la "cella" con lo specchio primario, la sua sospensione e le viti di collimazione) ed aggiungi un'altra decina/quindicina di cm poiché l'OTA resta sollevato dal suolo, in virtù di essere sospeso, mediante perni, sulla rockerbox. Ecco, questa è l'altezza massima, quando "sta in piedi" a colonna puntato verso lo zenith, o riposto in un angolo od un armadio. Il focheggiatore in genere sta ad una decina-quindicina di cm dal bordo superiore del tubo (poiché lo specchietto secondario in genere si affonda nel tubo per un 7-10% della focale). In sostanza un H max di 130-150cm da terra.

Nelle montature equatoriali, il cavalletto (rectius: treppiede) non si alza la colonna centrale, come nei cavalletti fotovideo, perché non c'é: la montatura si fissa sul platorello di cerniera fra le zampe. Le quali (mai misurate) apprendo dai listini che si allungano da 71 a 121-123 cm. Ma il treppiedi tutto aperto (e tale dev'essere, all'opera) risulterà più basso della lunghezza della zampa tutta allungata (che é l'ipotenusa di un triangolo retto, di cui i cateti saranno il suolo e l'altezza delle cerniere delle zampe dal suolo).
Poi ci sarà una ventina-25 di cm in elevazione, dato dalla montatura (che però ruota ed inclina il suo piano di appoggio del tubo), infine la piastra e gli anelli di sostegno dell'OTA (lungo 900mm o poco più, vedi prima per il dob...). Insomma, puntando un newton 900 su Eq2 allo zenith, sarà alto forse poco più del dob 150/1200, ma comunque meno dell'altezza occhi di una persona adulta in posizione eretta (vedi la foto pubblicata qualche post sopra...).

Ecco, l'Euronics (od un altro negozio) ti potrà servire per misurare (se é in esposizione tutto montato) l'altezza del treppiedi da terra, e - se te lo puntano - anche la massima dimensione in elevato del complessivo-tutto-montato, nonché eventualmente il peso.

Fonti:
http://www.astroshop.it/skywatcher-tele ... r_1_select
http://www.teleskop-express.de/shop/pro ... cuser.html
http://www.teleskop-express.de/shop/pro ... -8-J-.html
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

Avatar utente
luca01
Astrofilo
Astrofilo
Messaggi: 151
Iscritto il: 25/01/2013, 21:22
Strumentazione: Rifrattore Skywatcher 60/700az, oculari 20mm e 12,5 mm + lente di barlow x2. Dobson Skywatcher 200/1200, oculare Super 10 mm, oculare Super 25 Wide Angle.
Località: Sicilia, Messina
Sesso: Uomo - Uomo

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #20 da luca01 » 26/10/2016, 20:51

ok grazie mille. Pensate che per il periodo natalizio facciano offerte ?
Luca

Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6652
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #21 da serastrof » 27/10/2016, 8:15

Può darsi, ma in questo settore non c'é un periodo specifico per il lancio delle offerte. Ciò, poiché non é un mercato di massa, e sostanzialmente stabile.
Più facilmente il lancio di nuovi prodotti o di promozioni, avvengono all'inizio dell'estate.
Ci sono picchi di maggiore disponibilità, invece, nell'usato astronomico, in genere proprio in questo periodo, e - come dicevo - anche all'inizio dell'estate.
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

Avatar utente
luca01
Astrofilo
Astrofilo
Messaggi: 151
Iscritto il: 25/01/2013, 21:22
Strumentazione: Rifrattore Skywatcher 60/700az, oculari 20mm e 12,5 mm + lente di barlow x2. Dobson Skywatcher 200/1200, oculare Super 10 mm, oculare Super 25 Wide Angle.
Località: Sicilia, Messina
Sesso: Uomo - Uomo

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #22 da luca01 » 03/12/2016, 16:02

Finalmente sono riuscito ad ottenere i 500 euro del bonus diciottenni. Sono entrato nell'app e posso acquistare libri, biglietti di teatro,cinema ecc... ma di telescopi non dice niente, anche perchè quando metto che voglio acquistare una cosa devo per forza scegliere quelle cose citate in precedenza che sono scritte nel sito, e mi trova pure i negozi. Potevano rendere possibile anche l'acquisto di un telescopio, ditemi se non è cultura questa :x :x :evil:
Luca

Avatar utente
luca01
Astrofilo
Astrofilo
Messaggi: 151
Iscritto il: 25/01/2013, 21:22
Strumentazione: Rifrattore Skywatcher 60/700az, oculari 20mm e 12,5 mm + lente di barlow x2. Dobson Skywatcher 200/1200, oculare Super 10 mm, oculare Super 25 Wide Angle.
Località: Sicilia, Messina
Sesso: Uomo - Uomo

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #23 da luca01 » 03/12/2016, 16:04

Ho pensato comunque di comprarmi qualche libro, manuale o enciclopedia sull'asytonomia o sui telescopi. Che mi consigliate ?
Luca

Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6652
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #24 da serastrof » 04/12/2016, 15:57

Congratulazioni per esser riuscito a dotarti dello SPID! L'hanno reso così complicato da essere un gioco al massacro, per non dire di presa per i fondelli!

Pensa tu, che invece mio figlio l'ha mandato a quel paese.... (e lui é uno smanettonpatico, quasi piratesco... pensa un po'!) Sai quanti di voi diciottenni 2016-2017 lasceranno perdere?

Si, ho visto anch'io che il "marketplace" per la kultura giovanile é piuttosto limitato... Direi di regime, da MinCulPoP!!! O comunque all'italiana, fatto più per gli amici degli amici, che per il Progresso della Nazione.... Insomma, cari giovani, pe-er Govvernno ve tocca 'sta minestra! E siccome é rrobba regalata, che fai, ce sputi puro sopra?

Bella, Matté!
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6652
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #25 da serastrof » 04/12/2016, 16:06

Tornando ai libri, dipende dai titoli che ci sono.

Io consiglio sempre come autori Ridpath e/o Tirion, Ferreri, e Gasparri. Scegli quelli meno "romantici" e più pratici, con meno "chiacchere" e più tecniche osservative. Controlla anche le tavole e le mappe, devono riuscirti intuitive e leggibili anche alla prima sfogliata. Diversamente ci perderesti troppo tempo. Confronta la loro grafica, e preferisci la più nitida e chiara, né pesante, né slavata. In fondo, potrebbero servirti di notte al buio.

Personalmente inoltre ho sempre evitato anche i testi dediti principalmente alle disquisizioni accademiche, tipo la composizione dell'Universo o la fenomenologia dei buchi neri.
Se ti dovessero tornare utili per gli studi, OK. Ma in genere per farsi le ossa col cielo vero e proprio, servono a poco.
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6652
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #26 da serastrof » 04/12/2016, 16:23

Tornando ai libri, dipende dai titoli che ci sono.

Io consiglio sempre come autori Ridpath e/o Tirion, Ferreri, e Gasparri. Scegli quelli meno "romantici" e più pratici, con meno "chiacchere" e più tecniche osservative. Controlla anche le tavole e le mappe, devono riuscirti intuitive e leggibili anche alla prima sfogliata. Diversamente ci perderesti troppo tempo. Confronta la loro grafica, e preferisci la più nitida e chiara, né pesante, né slavata. In fondo, potrebbero servirti di notte al buio.

Personalmente inoltre ho sempre evitato anche i testi dediti principalmente alle disquisizioni accademiche, tipo la composizione dell'Universo o la fenomenologia dei buchi neri.
Se ti dovessero tornare utili per gli studi, OK. Ma in genere per farsi le ossa col cielo vero e proprio, servono a poco.

Qualche titolo:
https://www.amazon.it/Primo-Incontro-Co ... 030&sr=1-2
https://www.ibs.it/guida-delle-stelle-d ... 8874130719
http://books.google.com/books/about/Com ... e=kp_cover
https://www.amazon.it/Guida-pratica-all ... 889565031X
https://www.amazon.com/Uranometria-2000 ... 0943396719
https://www.amazon.it/Sky-Atlas-2000-0- ... 0521627621
https://www.amazon.it/Cambridge-Star-At ... BDR0FKN2V6

Ma per caso nel marketplace 18app ci possono entrare anche pacchetti software?
In tal caso ti consiglio di dotarti dell'edizione full di Perseus, e/o di SkyMap.

Buoni acquisti!

Cieli sereni e bui.
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6652
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #27 da serastrof » 04/12/2016, 16:45

Intanto, un piccolo anticipo di cadeaux natalizi.

Caglieris_cielo_ad ogni ora_in ogni mese.pdf
(521.77 KiB) Scaricato 38 volte

Binocolo_2004.doc
(582 KiB) Scaricato 33 volte
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

Avatar utente
luca01
Astrofilo
Astrofilo
Messaggi: 151
Iscritto il: 25/01/2013, 21:22
Strumentazione: Rifrattore Skywatcher 60/700az, oculari 20mm e 12,5 mm + lente di barlow x2. Dobson Skywatcher 200/1200, oculare Super 10 mm, oculare Super 25 Wide Angle.
Località: Sicilia, Messina
Sesso: Uomo - Uomo

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #28 da luca01 » 09/12/2016, 21:05

Cosa ne pensate del rifrattore skywatcher 102/1000 eq3 ?
Luca

Avatar utente
luca01
Astrofilo
Astrofilo
Messaggi: 151
Iscritto il: 25/01/2013, 21:22
Strumentazione: Rifrattore Skywatcher 60/700az, oculari 20mm e 12,5 mm + lente di barlow x2. Dobson Skywatcher 200/1200, oculare Super 10 mm, oculare Super 25 Wide Angle.
Località: Sicilia, Messina
Sesso: Uomo - Uomo

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #29 da luca01 » 09/12/2016, 21:34

Scrivo a tutti per dirvi che la mia esperienza con l'astronomia e con l'osservazione del cielo finisce qua e non ho più' intenzione di continuare. E' da circa un anno che mi sento come se la voglia di osservare mia sia passata,fino agli anni passati si puo' dire che osservavo ogni sera ma in questi ultimi anni se osservo una due sere al mese è anche assai. Tutto cio' è causato dal fatto che da quasi 5 anni osservo con il mio 60 mm e mi sono stancato di osservare; vorrei tanto osservare meglio i pianeti e il cielo profondo comprando un nuovo telescopio, vorrei tanto un 150 mm o un 200 mm ma sfortunatamente non è possibile. E' da piu' di due anni che ho intenzione di comprare un nuovo telescopio, io vorrei spendere anche 500 euro che in realtà ho pero' i miei genitori sono fortemente contrari e ignoranti in materia che per loro con 500 euro si comprerebbe un eccellente telescopio. Oggi ho visto lo Skywatcher 150/750 eq3 a 455 euro e lo avrei voluto comprare, mi è rimasto il cuore ancora la, ma appena ho detto ai miei genitori che lo avrei voluto comprare con i miei soldi, mi hanno detto di no. Allora ho visto lo skywatcher 90/900 eq2 a 250 euro e nemmeno quello mi fanno comprare insistendo che il prezzo è assai. Poi mi hanno detto che fino a quando vivo con loro se voglio osservare mi devo accontentare di quello che ho, poi quando avro' un lavoro potro' fare cio' che voglio. Io ora ho 18 anni, faccio il quinto superiore e dopo vorrei fare l'università, quindi fino a che trovero' un lavoro passerà tanto tempo, e quindi mi sono completamente rassegnato. Ringrazio tutti coloro del forum che mi hanno dato preziosi consigli allo scopo di migliorare le mie conoscenze e tutti coloro con cui ho condiviso le mie esperienze astronomiche. Grazie di tutto, a malincuore abbandono il mondo di telscopi e smonto pure il mio 60 mm e lo conservero' in cantina come ricordo.
Luca

Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6652
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #30 da serastrof » 10/12/2016, 10:25

??? Ma come! Mica é detto che bisogna osservare ogni sera! Anzi! Non ti crucciare per questo! E' più che normale! Ma scherziamo? Nessuno di noi passa la vita attaccato all'oculare, anzi! Purtroppo i tempi, lo spazio, e la disponibilità di cielo, soprattutto per chi é in città, é estremamente scarsa, relativamente al complesso della ns. vita! Anch'io, inoltre, da tempo mi sento stretto con la mia attrezzatura, e vorrei espanderla, ma per tanti motivi non posso. Siamo tutti nelle tue medesime condizioni.

Non mollare! Diversifica, fai altro, ma mai bisogna "imparare l'arte e metterla da parte". E' vero che torna sempre utile, ma l'esercizio continuo (non certo h24, ma mai abbandonare del tutto) mantiene e fa progredire comunque.

Circa l'acquisto, il 102/1000 comunque sarebbe un passo avanti rispetto all'attuale. Ed anche il 150/750. Mi dispiace moltissimo che i tuoi non ti supportino adeguatamente, anch'io sono genitore di un diciottenne e posso comprenderli, anche se credo che probabilmente non hanno sufficienti informazioni per guidarti/affiancarti discretamente nelle tue prime scelte autonome. Se vuoi/puoi, dì loro che possono chiedere consiglio a destra ed a manca, compreso noi. Magari parlane con un tuo prof con cui sei in buon rapporto, od un'altra persona come ad es. un parente che possa aver credito presso di loro.

Inoltre ti esorto ancora una volta a riconsiderare il mercato delle occasioni: vendi il tuo e ricompra più grande.

L'usato astronomico - con le dovute cautele che si devono per qualsiasi acquisto, anche a nuovo, ma senza troppa ansia - é anche un modo per far girare gli strumenti, reimpiegarli, ed anche per conoscerne di svariati, fare esperienza per capire davvero le potenzialità e l'uso concreto della tecnologia. Non saprai mai l'effetto di un 102 rispetto al 60, od un 150 new su Eq3 se non li provi. Puoi immaginarlo, ma maneggiarli é sempre un'altra cosa.

Se trovi qualche occasione, non sarà solo più economica del nuovo, m anche un investimento su una strumentazione superiore che ti darà nuova conoscenza, esperienza e soprattutto gusto, il che é fondamentale.

Anche per questo - per le sue potenzialità e per l'economicità - ti evidenzio nuovamente l'uso di un dobson (per il solo visuale, ovviamente), che ti farà scoprire un sacco di cose nuove.

Inoltre, l'astrofilia/astronomia non é solo osservazione, ma anche studio, approfondimento matematico-fisico. Può esser spettroscopia, radioastronomia, sequire i corpi minori o introdursi all'astrometria.

Contatta un'associazione, ed esci con i loro strumenti. Insieme si può fare di più, l'unione fa la forza....

Hai provato a verificare chi sono e cosa fanno quelli del Gruppo astrofilo messinese "Giulio Verne", ad esempio?
https://it-it.facebook.com/GruppoAstrof ... iulioVerne
https://it-it.facebook.com/GruppoAstrof ... ulioVerne#

Dal web emerge anche il GAP, Gruppo Astrofili Peloritani
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa


Torna a “Astronomia Pratica, Attrezzatura e Softwares”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite