Primo telescopio dopo il "sessantino".

Tutto ciò che concerne la pratica dell'astronomia, la strumentazione, l'autocostruzione e i softwares astronomici

Moderatore: serastrof

Avatar utente
luca01
Astrofilo
Astrofilo
Messaggi: 151
Iscritto il: 25/01/2013, 21:22
Strumentazione: Rifrattore Skywatcher 60/700az, oculari 20mm e 12,5 mm + lente di barlow x2. Dobson Skywatcher 200/1200, oculare Super 10 mm, oculare Super 25 Wide Angle.
Località: Sicilia, Messina
Sesso: Uomo - Uomo

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #61 da luca01 » 14/01/2017, 13:46

Si lo so che è un sito tedesco, però avendo contattato sia il venditore telefonicamente che su facebook, mi ha detto che in alcuni casi alcuni strumenti o accessori si possono trovare nel magazzino di Milano, e che questo riguarda me. Infatti lo strumento risultava disponibile nel magazzino e il venditore mi ha detto che parte da milano con una buona probabilità e che la spedizione probabilmente sarà effettuata dal corriere Bartolini a partire lunedì. Mi ha detto che in questo caso possono passare tra i 3 e i 5 giorni e al massimo una settimana e non più.
Luca

Share This


0 0
0
0 0
Loading...
Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6652
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #62 da serastrof » 14/01/2017, 17:32

Uhao! Bravissimo, e complimenti per l'acquisto! Si, astroshop é "provato", e comunque - avendo tu acquistato a nuovo - hai diritto ad ogni protezione di legge prevista per i consumatori, dalle leggi nazionali ed europee. Questo tipo di negozi internet, soprattutto europei, sono generalmente ben consci dei loro obblighi e rispettosi del consumatore.

Anche perché sanno che un solo astrofilo scontento é un tam-tam a loro sfavore in tutto il mondo per anni ed anni, e le flessioni nelle vendite ad ogni caso denunciato lo confermano!
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6652
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #63 da serastrof » 14/01/2017, 17:35

Con BRT (ex bartolini) puoi anche chiedere che il pacco venga consegnato in "fermo deposito" (equivale al fermo-posta), é più sicuro. Basta che tu indichi quale deposito debba conservare in giacenza il pacco, in attesa del tuo ritiro. Ciò potrebbe tornarti comodo qualora non ci sia nessuno in casa negli orari classicamente lavorativi.

Personalmente lo faccio sempre, anche perchè così controllo sul posto insieme al loro personale lo stato di arrivo del pacco, e faccio lo spunto del peso dichiarato dal mittente (dovrebbero avere sempre una bilancia, nella loro sede, essendo degli spedizionieri).

In caso di difformità, contesto al loro responsabile il fatto, e faccio aprire il pacco alla loro presenza, per constatare cosa e come é arrivato davvero.

In un paio di casi ho chiesto l'immediata restituzione al mittente per contenuto irregolare rispetto alla distinta, senza firmare alcun ritiro, facendo le foto e facendo annotare dal loro responsabile la deficienza. Subito dopo ho contattato il mittente, mettendo in copia anche la Direzione generale del vettore e le due filiali (quella d'ingresso in Italia e quella di recapito finale), nonché la Polizia Postale, il Codacons e l'Ufficio europeo del consumatore! Ho ricevuto poco dopo una lettera di scuse e la rispedizione corretta.

BRT
http://www.brt.it/it/index.do
Filiale di MESSINA
S.S. 114 Bivio Galati,
98134 - S.Anna (ME)

Orari apertura filiale al pubblico
da lunedì a venerdì
9,30 - 13,00 15,00 - 19,00
Servizio clienti
Tel. 090639877
da lunedì a venerdì 9,00 - 19,00
Fax. 090639883
info030@brt.it

Infine, fatti lasciare un cell. del loro portapacchi di zona, così ti metti d'accordo direttamente con lui. Conviene a te, conviene a lui.
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6652
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #64 da serastrof » 14/01/2017, 17:58

luca01 ha scritto:non so di nessun evento organizzato a febbraio per osservare la cometa a Messina.
Ma come, non hai già preparato la locandina? Ed il biglietto d'ingresso (libera sottoscrizione, s'intende!) Per finanziare lo svilluppo dell'attrezzatura, da offrire alla città, ovviamente! :mrgreen: :mrgreen: Guarda che devi prepararti per tempo, forse potrei esserci annch'io dalle vs. parti, all'epoca! Dai, dacci sotto, supernova nascente! :D :D :D
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

Avatar utente
armandouai31
Astrofilo
Astrofilo
Messaggi: 136
Iscritto il: 10/02/2012, 8:16
Località: Puglia
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #65 da armandouai31 » 14/01/2017, 18:11

Mizzica @serastrof chi ti frega a Te il tuo avatar si addice
Non tutte le agenzie di spedizioni accettano il tuo comportamento lo dico perche tempo fa prorio con bartolini poco mancò che mandassi all'ospedale l'addetto al ritiro di un C6 nextar arrivato rotto, che mandai indietro e lo andai a ritirare da un negozio ottico di Salmoiraghi e Viganò
Mak150/1800 ,SW 102/1000 ACRO,Ioptron ZEQ25 GT, EQ3.2 Manuale,oculari ,E.S.30mm 70°, E-Lux 25mm ,Let 20mm Super plossi 8mm, Barlow TS APO 2,5x ,Binocolo RPOpitix 15x70,Canon 1200D, Canon 18/55 Tamron 70/300 ,ASI 120MC

Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6652
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #66 da serastrof » 15/01/2017, 2:18

Beh, mi dispiace molto che sia avvenuto ciò che riferisci. Purtroppo dipende molto dalle persone che incontri, e dalla lungimiranza di cui sono capaci.

Il rispetto dei diritti del consumatore non é solo un obbligo di legge, é soprattutto una questione di civiltà, di sensibilità sociale e d'acume economico: la maggior parte degli operatori economici non sa andare oltre il palmo del proprio naso e lavorando alla giornata credono sia meglio l'uovo oggi che la gallina domani.

Ma non considerano quanto di più gli renderebbe un cliente soddisfatto: un cliente fedele sicuramente prima o poi torna a spendere laddove ha sperimentato fattiva comprensione verso le proprie esigenze e disponibilità a soddisfarle pienamente. Quando ci avviene così, alzi la mano chi non effettuerebbe passaparola positivo, invogliando anche altri oltre sé stesso, a tornare a spendere con serenità.
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

Avatar utente
armandouai31
Astrofilo
Astrofilo
Messaggi: 136
Iscritto il: 10/02/2012, 8:16
Località: Puglia
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #67 da armandouai31 » 15/01/2017, 2:43

Parole sante, io non comprerò nemmeno una vitarella da un rivenditore di occhiali con la licenza di vendere materiale astronomico, non rispettandomi come acquirente ,spedendomi un C6 con la montatura bruciata che poi con mia insistenza è il supporto di un tecnico Auriga me la cambiarono pero mi costò ulteriori 30€ di rispedizione,
Una volta fregato ,imposi il ritiro dopo una prova sul campo almeno delle funzioni di movimentazione del nextar, in un rivenditore di ottica a Taranto convenzionato con questo sito Italiano presunto materiale astronomico, se ci fai mente locale ci arrivi di chi sto parlando, non ti dico se fai il finanziamento, il materiale ti arriva solo per regalarlo ai nipoti, tempi bibblici
hai perfettamente ragione che il commercio può essere solo fatto da chi sa cosa significa Commercio, come sto scrivendo adesso lo feci su un forum che ero iscritto, era mio dovere informare noi hobbisti di questo sito e di come trattava i clienti, il tam Tam funzionò perche altri erano incappati nelle stesse mie vissiccitudini.
Meno male che in Italia ci sono rivenditori seri e competenti, non faccio nomi per non fare pubblicità gratis
Mak150/1800 ,SW 102/1000 ACRO,Ioptron ZEQ25 GT, EQ3.2 Manuale,oculari ,E.S.30mm 70°, E-Lux 25mm ,Let 20mm Super plossi 8mm, Barlow TS APO 2,5x ,Binocolo RPOpitix 15x70,Canon 1200D, Canon 18/55 Tamron 70/300 ,ASI 120MC

Avatar utente
luca01
Astrofilo
Astrofilo
Messaggi: 151
Iscritto il: 25/01/2013, 21:22
Strumentazione: Rifrattore Skywatcher 60/700az, oculari 20mm e 12,5 mm + lente di barlow x2. Dobson Skywatcher 200/1200, oculare Super 10 mm, oculare Super 25 Wide Angle.
Località: Sicilia, Messina
Sesso: Uomo - Uomo

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #68 da luca01 » 15/01/2017, 15:14

Quando ritiro il pacco mi consegnate di accettarlo con riserva ? Visto che si tratta di un telescopio non vorrei trovare brutte sorprese...
Luca

Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6652
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #69 da serastrof » 17/01/2017, 3:02

In realtà, e nonostante ciò che ho riferito in precedenza, il pacco o lo si ritira comunque, o lo si rifiuta integralmente. In questo secondo caso sarebbe meglio non firmare nulla, come se non ci si fosse mai presentati a ritirarlo.

In entrambi i casi, di eventuali mancanze o di danni durante il trasporto, il vettore (nel tuo caso sarebbe BRT) ne risponde esclusivamente al mittente, che é colui che ha pagato la spedizione.

Il destinatario - in caso di problemi - o rifiuta integralmente il ritiro, ed allora sarà lo spedizioniere a decidere se rispedirlo al mittente od addirittura a buttarlo via (ciò, secondo gli accordi presi col mittente, che magari - ad esempio - potrebbe aver precisato di non voler pagare il costo della rispedizione all'indietro) oppure lo ritira nello stato di fatto come lo trova. In entrambi i casi il mittente dovrà reclamare con colui con cui ha stipulato la compravendita, ovvero il mittente del pacco.

In entrambi i casi, poiché se ha rifiutato il pacco, il suo contenuto in genere era già stato pagato, e quindi o il destinatario perde tutti i suoi soldi o si fa rimborsare dal venditore, oppure chiederà a quest'ultimo d'inviargli una nuova spedizione (ed é il caso più frequente);

se invece avrà deciso di ritirare il pacco nonostante tutto, comunque dovrà rivolgersi al venditore dell'oggetto acquistato, per richiedere di ricevere le parti mancanti o per farsi sostituire la merce "ad integrum" invocando la garanzia, o per ottenere rimborso del controvalore di quanto acquistato ma non più pervenuto/pervenuto deteriorato.

----------

Può esser una cautela chiedere -- prima di firmare - di annotare sul bollettino una propria dichiarazione succinta (ad es.: pacco deteriorato ed aperto, oppure: "peso al ritiro riscontrato pari a .... si presume deficienza nel contenuto").

In ogni caso, sappiate che tali annotazioni lasciano il tempo che trovano, poiché il documento di spedizione rimane un atto interno di una società privata, che non ha alcun interesse ad esser invischiata in una controversia tra venditore e compratore.


Ciò a cui ho fatto riferimento in precedenza, si riferisce ad una cautela che personalmente adopero prima di firmare per ritiro, ovvero chiedo (di fatto principalmente come cortesia, quantomeno inizialmente) di poter verifcare se il peso alla consegna coincide con quello dichiarato nel bollettino di spedizione (che dovrebbe essere stato "ab origine" dichiarato dal mittente).

Se il peso reale differisce sensibilmente rispetto a quanto dichiarato (non di qualche grammo, s'intende) e soprattutto se l'involucro del pacco é deteriorato, rotto, aperto o peggio visibilmente aperto e richiuso, allora m'é capitato di dover rapidamente decidere se rifiutare il pacco, presumendo il danno o la sottrazione di parti del contenuto, durante il trasporto. In tali situazioni, ho chiesto la gentile collaborazione ed il "consiglio" degli addetti dello spedizioniere (per evitare il muro contro muro), suggerendo loro di far verificare la situazione da un responsabile. Insieme a tale soggetto ho concordato di aprire il pacco per verificare se gli oggetti c'erano tutti ed in che condizioni fossero giunti.

Tenete comunque conto che in realtà il personale dello spedizioniere potrebbe benissimo rispondere di non esser affatto tenuto né a verificare il contenuto né a conoscerlo, e quindi nemmeno a dar credito a quanto potrebbe sostenere il destinatario, circa quantità e qualità degi oggetti pervenuti.

Ciò é vero. Ma il peso deve corrispondere ugualmente, poiché il mittente é obbligato a dichiararlo alla partenza, e l'agenzia di accettazione é tenuto a verificare che il peso indicato sul bollettino sia conforme al reale.

Va da sè che sia il mittente che lo spedizioniere, spesso e volentieri, non sono sempre precisissimi al grammo, circa il peso, poiché lavorano per scaglioni tariffari ed imballi standard.

In conclusione: sono evenienze abbastanza rare, per cui sicuramente arriverà presto e in ottime condizioni. In caso di problemi, però sìi accorto, calmo e gentile, in modo da ottenere anche il loro supporto.
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

Avatar utente
armandouai31
Astrofilo
Astrofilo
Messaggi: 136
Iscritto il: 10/02/2012, 8:16
Località: Puglia
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #70 da armandouai31 » 17/01/2017, 5:29

quoto @serastrof, ma la realtà è ben altra, nel caso mio la prima volta arrivo a casa un C6 nextar Se con la montatura non funzionante, speditami da un noto rivenditore Italiano, che secondo me fa bene a vendere solo occhiali, su mia protesta mi fecero rispedire a mie spese il tutto a Auriga che costato il difetto chiesi al rivenditore di rispedirmi un nuovo Nextar nuovo e funzionante, e per il ritiro lo dovevo fare a un loro associato a Taranto con la postilla che dovevo farlo provare prima di accettare, ho sudato sette camicie ma hanno accettato, perchè era mio diritto avvalermi diversamente mi dovevano risarcire , una ditta che spedisce roba usata e rotta non la ritengo seria, la loro risposta alla mia incavolatura" Sig. De Pace Armando non non abbiamo un laboratorio per testare l'efficienza del materiale.
dopo che mi arrivò il telescopio funzionante gli riscrissi di nuovo queste parole, non spenderò nemmeno un centesino da voi ,causa la poca serietà verso chi vi fa sbarcare il lunario, dopo poco anche il responsabile del settore astronomico li saluto digito solo il Nome Filippo, persona seria e competente.
è mio dovere nominare Tecnosky Italiana (Giuliano Monti) non ho avuto mai un problema con lui mi ha risolto diversi problemi mi ha consigliato da vero tecnico , in cambio avro speso almeno 7000€ da lui, mi fido di TS tedesca seri rapidi con prezzi non gonfiati. ho preso diverse cose su astroshoop .it anche loro meritano rispetto, morale della favola il mio tam tam è il loro feedbak positivo.
Mak150/1800 ,SW 102/1000 ACRO,Ioptron ZEQ25 GT, EQ3.2 Manuale,oculari ,E.S.30mm 70°, E-Lux 25mm ,Let 20mm Super plossi 8mm, Barlow TS APO 2,5x ,Binocolo RPOpitix 15x70,Canon 1200D, Canon 18/55 Tamron 70/300 ,ASI 120MC

Avatar utente
luca01
Astrofilo
Astrofilo
Messaggi: 151
Iscritto il: 25/01/2013, 21:22
Strumentazione: Rifrattore Skywatcher 60/700az, oculari 20mm e 12,5 mm + lente di barlow x2. Dobson Skywatcher 200/1200, oculare Super 10 mm, oculare Super 25 Wide Angle.
Località: Sicilia, Messina
Sesso: Uomo - Uomo

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #71 da luca01 » 19/01/2017, 16:06

Il pacco è partito martedì' dalla Germania e l'ultimo aggiornamento della tracciabilità ridale a ieri alle 14:50 ed il pacco si trovava a San Giuliano Milanese. Aspetto gli aggiornamenti di oggi. Ormai penso che domani non arrivi a Messina, quindi penso che per martedi' prossimo dovrebbe arrivare.
Luca

Avatar utente
luca01
Astrofilo
Astrofilo
Messaggi: 151
Iscritto il: 25/01/2013, 21:22
Strumentazione: Rifrattore Skywatcher 60/700az, oculari 20mm e 12,5 mm + lente di barlow x2. Dobson Skywatcher 200/1200, oculare Super 10 mm, oculare Super 25 Wide Angle.
Località: Sicilia, Messina
Sesso: Uomo - Uomo

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #72 da luca01 » 20/01/2017, 22:20

Finalmente il telescopio è arrivato oggi alle 16. L'ho montato con molta facilità e ho visto che la collimazione è buona,quindi dopo aver lasciato per 30 minuti il telescopio all'aria aperta, ho osservato molto bene con l'oculare da 25 mm, quindi a 48x l'ammasso aperto m41 e nonostante abbia osservato da città sono riuscito a risolvere l'ammasso e a vedere centinaia di stelle. Poi ho puntato le pleiadi, uno spettacolooo. Non vedo l'ora di puntare Giove e la Luna.
Luca

Avatar utente
gianno74
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 1516
Iscritto il: 28/02/2012, 12:01
Strumentazione: SW 80ED f/7,5
NEQ6 Pro SynScan
Finderscope 8x50 + Orion SSAG
Canon 450D Baader, Nikon D7000
Spianatore / Riduttore 0,8x, Barlow 2x
Astronomik Ha 12nm 2", IDAS LPS-P2 2"
Località: Cuorgnè (TO) - Piemonte
Sesso: Uomo - Uomo
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #73 da gianno74 » 20/01/2017, 22:29

Bene, i migliori auguri da parte mia, sono sicuro che questo strumento saprà darti parecchie soddisfazioni. Prova a puntare verso Sud M42 in Orione e vedrai che spettacolo!
Non tutto ciò che può essere contato conta e non tutto ciò che conta può essere contato (A.Einstein).

Avatar utente
armandouai31
Astrofilo
Astrofilo
Messaggi: 136
Iscritto il: 10/02/2012, 8:16
Località: Puglia
Sesso: Non specificato - Non specificato
Contatta:

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #74 da armandouai31 » 21/01/2017, 2:14

Auguri!
Divertiti quei 200mm ti mostreranno l'immenzo universo che un sessantino non potra mai e poi mai mostrarti, 0,56arc/sec serviranno anche a risolvere ammassi tipo m13 che visti da un 60mm sotto forma di batuffolino con i suoi2arc/sec ho posseduto 3 rifrattori da 120 mm e un C8HD inquadrando m13 in parallelo cioè un 120 e il superlativo C8HD ho capito cosa significa il potere risolutivo di un telescopio ,non me ne vogliano i cultori dei sessantini per me i sessantini li uso come cercatori.
Mak150/1800 ,SW 102/1000 ACRO,Ioptron ZEQ25 GT, EQ3.2 Manuale,oculari ,E.S.30mm 70°, E-Lux 25mm ,Let 20mm Super plossi 8mm, Barlow TS APO 2,5x ,Binocolo RPOpitix 15x70,Canon 1200D, Canon 18/55 Tamron 70/300 ,ASI 120MC

Avatar utente
luca01
Astrofilo
Astrofilo
Messaggi: 151
Iscritto il: 25/01/2013, 21:22
Strumentazione: Rifrattore Skywatcher 60/700az, oculari 20mm e 12,5 mm + lente di barlow x2. Dobson Skywatcher 200/1200, oculare Super 10 mm, oculare Super 25 Wide Angle.
Località: Sicilia, Messina
Sesso: Uomo - Uomo

Re: Primo telescopio dopo il "sessantino".

Messaggio #75 da luca01 » 21/01/2017, 16:31

Quando ho aperto i pacchi, oltre alla rocker box, al cercatore,all'oculare e al tubo, ho trovato un piccolo listino della skywatcher, la guida sul montaggio e uso del telescopio in inglese e tedesco e un piccolo fascicolo con nozioni di astronomia in inglese, ma non ho trovato la garanzia. Nessuna traccia di garanzia, che devo fare ? Io sto conservando le scatole per una settimana, e in più per 2 anni conservo la fattura.
Luca


Torna a “Astronomia Pratica, Attrezzatura e Softwares”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite