Campagna italiana contro la proliferazione incontrollata dei satelliti artificiali

Il Forum Skylive lancia la campagna “No Tele-sats Proliferations” contro la diffusione incontrollata dei mini-satelliti per telecomunicazioni, chiediamo con forza alle istituzioni internazionali di emanare nuove normative per limitare sia il numero che la luminosità dei satelliti, ed inoltre di non arrecare interferenze ai radiotelescopi.

FIRMA LA PETIZIONE!

https://www.change.org/p/president-of-t ... liferation

Aiutaci anche tu a proteggere il cielo stellato!

Link alla discussione.
viewtopic.php?f=11&t=20325

Da che parte incominciare

Per chi inizia

Moderatore: renard

Rispondi
emilianos71
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 2
Iscritto il: 15/03/2015, 9:28

Da che parte incominciare

#1

Messaggio da emilianos71 »

Ciao a tutti,
come anticipato nel mio post di "presentazione" sono il papa' di un bimbo di quasi 9 anni e prima comunione alle porte.

Ora lui e' appassionato di astronomia, libri e quiz sul tema ecc.

Allora perche' non andare su un bel regalo da "esplorare" insieme? Parto da un Bresser 70/900 salvo scoprire che poi e' poco piu' che un giocattolo.... finisco poi rapidamente su uno scontatissimo Orbiter Ziel 35 Advanced (siamo a 114/910), salvo poi trovare la parziale bocciatura di un altro esperto... e siamo gia' sui 250 EUR... e qui mi arriva un bel consiglio per cui su quel prezzo molto meglio un Astromaster 114EQ Celestron .... in quanto piu' semplice, stabile e soprattutto non made in China.

Leggo poi dei 114 su questo sito bellissimo... e trovo il consiglio che mi annienta.... con 50 EURO in piu' vai su diametri da 130 in su....

AIUTATEMI!!!
Al momento ho abbandonato idea compleanno... meglio regalo prossima comunione in modo da contare su maggior budget.... e magari compleanno un bel libro per entrare meglio nel tema dell'osservazione con Telescopio.
Cosa mi consigliereste rispetto ai prodotti che ho citato...o ancora meglio, alle possibili alternative? Mi piacerebbe un oggetto che duri negli anni e che possa divertire me e mio figlio. E poi, seconda domanda, come imparare i trucchi del mestiere... almeno quelli fondamentali... tipo la luna lo so dove e'.... ma il resto?
p.s. ci siamo trasferiti a Bucarest ed abbiamo un cielo stellato tutte le notti che e' una meraviglia!!

Grazie in anticipo
Emiliano
Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6777
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Contatta:

Re: Da che parte incominciare

#2

Messaggio da serastrof »

Ciao Emiliano, benvenuto nel forum!

Sul serio a Bucarest c'é un ottimo cielo? Very interesting! (Meno che in Italia, di sicuro!) http://www.blue-marble.de/nightlights/2012

Ottima idea, uno strumento per osservare quale regalo di compleanno! (O di prima comunione).

Circa il diametro, é sempre meglio largheggiare, poiché un telescopio più é largo, più raccoglie luce.

Come spesso già in passato, però, il primo consiglio che mi sento di dare é quello di cominciare ad osservare il cielo ad occhio nudo e col binocolo, insieme ad una mappa stellare (cartacea od elettronica, es.: stellarium). (Anzi: scaricalo subito, é free e del tutto sicuro).

Circa lo strumento, generalmente si é abituati all'idea che il telescopio sia un punto di partenza. In realtà - a mio umile giudizio - é un punto d'arrivo.

Più che concentrarsi sullo strumento quindi, personalmente reputo importante concentrarsi sul riconoscimento personale ed effettivo delle costellazioni, delle loro figure in cielo, dei nomi delle principali stelle, seguire la presenza o l'assenza dei pianeti più luminosi (Venere, Giove,Saturno e Marte), e comprendere l'alternarsi delle fasi della Luna, i suoi orari in relazione alle varie fasi. (Hai visto il calendario delle ore di buio?)

Ciò consente di apprendere ad orientarsi e quindi a puntare qualsiasi strumento, oltre che - cosa più importante - sapere quali e dove sono i principali oggetti del cielo profondo (DSO, Deep Sky Object), cioè ammassi stellari aperti, ammassi globulari, nebulose, galassie.

Purtroppo non esiste un solo strumento per tutti i tipi di bersaglio.

Venendo alle offerte del mercato (nuovo), era qualcosa come questo, ciò a cui stavi pensando? http://www.teleskop-express.de/shop/pro ... scope.html
E' sicuramente valido come entry-level, poiché consente di conoscere i rudimenti del sistema ottico newton (e soprattutto come collimarlo), e della montatura "equatoriale alla tedesca" (coordinate celesti mediante ascensione retta e declinazione).

Non so se hai preso in considerazione anche l'idea di un megabinocolo per astronomia, che é molto più facile da puntare e manovrare, e consente di andare alla scoperta dei principali DSO della lista Messier, imparando a riconoscere al volo la zona di cielo dove trovarli.

Il binocolo infatti ha la visione "raddrizzata" (cioè negli oculari il cielo si muove come se guardassi ad occhio nudo), mentre nei telescopi é invertita (se lo sposti a destra l'immagine si muove verso sinistra e viceversa) per cui ci si deve prima fare la mano.

Alcuni esempi:
http://www.teleskop-express.de/shop/pro ... adapt.html
http://www.teleskop-express.de/shop/pro ... apter.html

Questi giantbinos vanno montati su un cavallettone videofono (uno qualsiasi che sia in grado di reggerne il peso, meglio se con testa fluida tipo video, detta anche 3D).

I bassi ingrandimenti consentono di osservare il complessivo della Luna, il moto dei principali satelliti di Giove (i 4 "medicei"), e far intuire il "taglio in gola" di Saturno (cioè gli anelli). Ovvero non mostrano molti particolari dei grandi pianeti, per i quali occorrono alti ingrandimenti. Però consentono di "spazzolare" con calma il cielo profondo, alla ricerca di ammassi stellari, grandi galassie (come M31, M81 ed 82) ed alcune grandi nebulose come M42.

Ok, per adesso mi fermo qui, anche per vedere cosa dicono gli altri.

Qualsiasi domanda o considerazione, non esitare a formularcela, anche se ti dovesse apparire inappropriata.

Cieli limpidi e bui!
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa
Avatar utente
rupicolante
Astrofilo Expert
Astrofilo Expert
Messaggi: 808
Iscritto il: 13/04/2012, 17:55
Località: Emilia Romagna

Re: Da che parte incominciare

#3

Messaggio da rupicolante »

Ciao Emiliano,mentre stavo meditando sul tuo futuro acquisto ho pensato a questa configurazione Newton di diametro rispettabile su cui consiglierei la motorizzazione opzionale....http://www.staroptics.it/astronomia/Sky ... 30_eq2.htm poi ho visto la risposta di Serastrof e ho notato che le idee combaciano ma il prezzo gioca a favore del suo suggerimento....bè almeno ti fai un idea di massima!!Il binocolo sarebbe però la soluzione migliore per iniziare...ma un telescopio è di certo un regalo molto più gradito ai bambini. PS....un consiglio Emiliano,evita il GOTO cioè i sistemi a puntamento automatico degli oggetti celesti,Edoardo deve imparare a trovare stelle,pianeti e quant'altro senza gli automatismi moderni, se poi la passione si accrescerà saranno in futuro benvenuti,ma non ora.Ciao.
Daniele Pasquali
Vixen Vc200l Visac
riduttore Vixen f 6.4
OAG Tecnosky Deluxe

NEQ 6 PRO
CANON 550D BAADER
Orion 80/400(guida)
MAGZERO M5
TECNOSKY APO 65/420
TECNOSKY 60/228 (guida)
http://www.astrobin.com/users/rupicolante/
Avatar utente
orione56
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 2142
Iscritto il: 03/09/2012, 14:46
Strumentazione: Telescopio FS60 CB Takahashi con
Focal Reducer TKA 20580B 0.72x,Takahashi TKA20582,SOLIGOR Tele Auto 200 m.. F 3,5
VIVITAR :Auto Vivitar Telephoto 135 mm. F 3,5,Canon 35/135 USM,Samyang 135 mm. ED UMC F2,Obiettivo Canon 85 mm. F1,8,Canon Eos 40D modificata Eos 5D MK II modificata Super UV-IR cut,Orion Starshoot ,montatura AZ EQ 6 GT Skywatcher.

Re: Da che parte incominciare

#4

Messaggio da orione56 »

ciao Emilianno intanto benvenuto anche da parte mia...complimenti innanzi tutto per il cielo stellato che avete ogni notte...da noi invece è una lotta continua per cercare posti bui che bui non sono più per l'urbanizzazione sempre crescente :cry: :cry: ..
detto questo passo alla tua bella esposizione del dilemma che ti attanaglia;per prima cosa ti dico che quasi tutti noi astrofili abbiamo fatto l'esperienza (la prima) con il mitico 114 mm. Newton,ma se non vuoi complicarti la vita un buon binocolo (peraltro consigliato anche da Daniele-rupicolante)può introdurti nell'astronomia (visuale) più del telescopio,se poi compri anche un buon atlante stellare che ti informa di stagione in stagione del cielo che puoi osservare si può acquisire quella dimestichezza nel riconoscere le costellazioni e sapere il nome delle stelle che le compongono...
oggi poi i cellulari hanno delle applicazioni in materia che sono di fatto dei veri planetari che fanno al caso tuo....e aiutano molto chi inizia ad accostarsi all'astronomia pratica:

altro consiglio già ampiamente dato evitare il goto,agli inizi essendo neofiti meglio arrabbiarsi un pò prima di trovare l'oggetto come d'altra parte abbiamo fatto tutti che essere serviti senza cognizione conoscitiva del cielo..quindi un bel 7X50 aiuta a conoscere il cielo e ad individuare le posizioni delle costellazioni non avendo ingrandimenti spinti..poi quando vedrai che il ragazzo ha acquisito una discreta conoscenza del cielo potrai passare al telescopio magari motorizzato in entrambi gli assi e con il goto per un approccio diverso e più accurato del il cielo...
ciao Riccardo
"Poter viaggiare tra le stelle, sarebbe poter vedere l'inizio della nostra vita"
Avatar utente
Mikk
Astrofilo Attivo
Astrofilo Attivo
Messaggi: 340
Iscritto il: 01/03/2013, 15:10
Località: Campania

Re: Da che parte incominciare

#5

Messaggio da Mikk »

Ciao Emiliano,
condivido tutti i consigli che ti sono stati dati, in particolare quello sulla conoscenza del cielo stellato, iniziando dalla localizzazione delle costellazioni e delle stelle principali che le costituiscono, passando poi all'individuazione dei principali oggetti deep in esse contenuti. E' un passaggio fondamentale senza il quale diventa davvero difficile divertirsi con un qualsiasi strumento. Si rischia di rimanere davanti al telescopio non sapendo cosa fare e cosa puntare dopo aver osservato quei pochi oggetti che si impara a centrare molto velocemente. Dopo un po ci si stufa di osservare sempre le stesse cose e si abbandona strumento e passione. Quindi conviene imparare a riconoscere le principali costellazioni ad occhio nudo e poi con un comunissimo binocolo (va benissimo un 7x50) familiarizzare con lo "star hopping" imparando da un lato la posizione dei principali oggetti deep, dall'altro la tecnica per centrarli con lo strumento. Un telescopio, in questa fase è sconsigliato perché restituisce un campo inquadrato molto ristretto, spesso pieno di stelline di fondo, ad occhio nudo non sono visibili, che rende difficoltoso orientarsi correttamente per centrare il soggetto che ci interessa.
Per quanto riguarda il primo telescopio poi ognuno ha le sue idee: io consiglierei uno strumento su una montatura altazimutale, sicuramente più semplice da utilizzare e col quale ci si può spratichire con lo star hopping, oppure, meglio ancora, un bel dobson in modo da avere un telescopio dal semplicissimo utilizzo con un diametro, fin da subito, interessante.
SCT C8-Acro Vixen 102/1000M-Apo Tecnosky 70/420 ED-Mak 127-Acro SW 70/500
Celestron adv CG5 gt-Ziel eq.3.2
ASI 120 mm-ASI 120 mc-Canon 450D UnMOD
Torretta MaxBright+coppie Meade SP32-TecnoSky FF19-TS Er15-K10
Pl25-SP9.8-Planetary 8 ED-Or6 HD[/i]
Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6777
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Contatta:

Re: Da che parte incominciare

#6

Messaggio da serastrof »

Nell'ipotesi che non fosse ben compreso il significato della sigla: "go-to"; spesso storpiata in "goto" = in pratica é costituito dalla presenza, insieme alla "montatura", di un "tastierino" elettronico con display, collegato con un cavo alla "motorizzazione" della montatura. Tale tastierino contiene una piccola cpu, che consente di gestire il puntamento iniziale di cavalletto-montatura-telescopio, mediante lo "allineamento" ad una, due o tre grandi stelle note, visibili quella data notte in cielo in quella data località. Rispetto alla precisione con cui viene compiuta tale procedura iniziale, e solo successivamente ad essa, il tastierino consente la ricerca ed il ritrovamento "automatico" del bersaglio, in base alle coordinate prevaricate nelle memorie del tastierino. Una volta che il bersaglio sia stato centrato, il computerino comanda i motori in modo tale da mantenere lo stesso bersaglio al centro dell'oculare

In pratica: l'elettronica non fa tutto da sola, ma occorre preimpostare tutto il sistema prima di iniziare ad osservare. Insomma anche in questo caso bisogna prima farci un po' la mano, e poi verificare la precisione del puntamento.
Per capire meglio la procedura, puoi provare a scaricare i manuali utente dei telescopi con go-to.

Perché dico tutto questo? Perché sia con l'elettronica che senza, l'uso di un telescopio (soprattutto se con montatura "equatoriale" e non "altazimutale") presuppone comunque una qual certa conoscenza preventiva delle principali costellazioni e/o corpi celesti. Diversamente, potrebbe esser frustrante, e condurre ad un rapido abbandono. Il che sarebbe peggio di non aver mai cominciato.

Tu ed Edoardo come state messi, al riguardo? Ad esempio, riuscite a rintracciare senza fallo i due Carri e la Polare? Quante stelle vedete del Piccolo Carro? Quali altre stelle/costellazioni/pianeti riuscite a riconoscere, ad occhio nudo?


Cieli limpidi e bui
Allegati
telescopi.pdf
(235.49 KiB) Scaricato 85 volte
guida_alla_scelta_del_telescopio.pdf
(326.29 KiB) Scaricato 80 volte
le_montature_equatoriali_eq2.pdf
(133.43 KiB) Scaricato 73 volte
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa
Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6777
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Contatta:

Re: Da che parte incominciare

#7

Messaggio da serastrof »

Altro consiglio che normalmente si da a chi inizia: partecipate a quante più serate atrofie pubbliche possibile, partecipare alle uscite osservative tenute da un'associazione astrofila locale, frequentare un osservatorio astronomico (pubblico o privato). In tutti e tre i casi si potranno provare sul campo i diversi tipi di strumenti, ed essere guidati praticamente nel loro uso.

https://web.infinito.it/utenti/c/caglie ... nocolo.htm
Allegati
Circumestate.png
Circumestate.png (126.59 KiB) Visto 3043 volte
tirangolo-invernale.pdf
(933.32 KiB) Scaricato 72 volte
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa
Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6777
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Contatta:

Re: Da che parte incominciare

#8

Messaggio da serastrof »

Poi, vedi se anche questa guida di Fulvio Mete, noto spettroscopista romano, può tornarti utile...

http://www.lightfrominfinity.org/Astron ... eofiti.pdf

cieli sereni
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa
Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6777
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Contatta:

Re: Da che parte incominciare

#9

Messaggio da serastrof »

(chissà com'é finita....)
Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6777
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Contatta:

Re: Da che parte incominciare

#10

Messaggio da serastrof »

Buongionro Carla, chiedo scusa per il ritardo.

Posso ugualmente farti un paio di domande?
1) cosa ti ha spinto a riesumare una discussione vecchia d'oltre 6 anni;
2) Cosa non sarebbe giusto?

Grazie.
Con amicizia
Cieli sereni e bui
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa
Rispondi

Torna a “Apprendisti Astrofili”