Campagna italiana contro la proliferazione incontrollata dei satelliti artificiali

Il Forum Skylive lancia la campagna “No Tele-sats Proliferations” contro la diffusione incontrollata dei mini-satelliti per telecomunicazioni, chiediamo con forza alle istituzioni internazionali di emanare nuove normative per limitare sia il numero che la luminosità dei satelliti, ed inoltre di non arrecare interferenze ai radiotelescopi.

FIRMA LA PETIZIONE!

https://www.change.org/p/president-of-t ... liferation

Aiutaci anche tu a proteggere il cielo stellato!

Ma il ccd uai...?

Se avete qualcosa da dire alla UAI, questo è il luogo giusto per farlo. Risponderà Giorgio Bianciardi, vicepresidente dell' Unione Astrofili Italiani.

Moderatore: Pite

Rispondi
Berlicche
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 5
Iscritto il: 24/05/2016, 22:16
Strumentazione: Skywatcher 200/1000 ASI120MM miriadi di accessori

Ma il ccd uai...?

#1

Messaggio da Berlicche »

La versione 2.0 si è "impantanata" circa 4 anni fa......eppure un oggetto simile, utilizzando i sensori odierni (al posto di quelli della vecchia versione)
verrebbe a costare 1/10 di un prodotto commerciale.
Ero quasi tentato di realizzare la prima versione, ma non sono riuscito a contattare nessuno che l'avesse già realizzata. :?

Ma xchè è finito il progetto ?



Avatar utente
Riccardo Cosenza
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 4662
Iscritto il: 27/03/2005, 13:40
Strumentazione: Celestron C11 - Eq6 Skyscan - Asi 120 mm
Località: Sicilia
Contatta:

Re: Ma il ccd uai...?

#2

Messaggio da Riccardo Cosenza »

credo che ormai sia un prodotto superato...
www.riccardocosenza.com ** Schmidt-Cassegrain Celestron C8 & C11 On Eq6 SkyscanPro, Newton 130/900, ASI120mm (gentile prestito Giupise) Canon Eos 50D.

Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6769
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Contatta:

Re: Ma il ccd uai...?

#3

Messaggio da serastrof »

i componenti di sicuro, il progetto forse no.

nemmeno io ho conosciuto qualcuno che l'abbia realizzato, ma non essendo astrofotografo non ho tutti quei contatti...
Sai cos'é? E' che i protagonisti di quella fase, maturata l'esperienza, forse stanno percorrendo altre vie.
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

Berlicche
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 5
Iscritto il: 24/05/2016, 22:16
Strumentazione: Skywatcher 200/1000 ASI120MM miriadi di accessori

Re: Ma il ccd uai...?

#4

Messaggio da Berlicche »

Eppure il sensore CCD utilizzato non è obsoleto nemmeno a distanza di 6-7 anni (molte camere commerciali ne usano di peggiori ancora oggi a prezzi che tutti sappiamo) e si aveva anche la possibilità di sostituire quello a colori con uno in b/n a seconda degli usi. Aveva un A/D converter a 16 bit come le ccd più
moderne e il raffreddamento. Andava benissimo. Se trovassi uno dei 6-7 che l'ha realizzata comprerei subito le basette
pretrattate pe fare i pc...

Nemmeno io sono astrofotografo in senso di ricerca di belle immagini (senza nulla togliere a chi è invece interessato), mi interesserebbe però avere un ccd per usi più "scientifici" per noi astrofili a prezzi umani.

Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6769
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Contatta:

Re: Ma il ccd uai...?

#5

Messaggio da serastrof »

In ogni caso il progetto resta del tutto fattibile, e quindi realizzabile in ogni sua fase. I risultati forse potrebbero esser inferiori alle aspettative, ma comunque nonnulli. Insomma si può fare.
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

Rispondi

Torna a “A colloquio con l'UAI”