Spettro Vega

Tutto sulla spettroscopia

Moderatore: fulvio mete

Rispondi
d.belfiore
Utente
Utente
Messaggi: 33
Iscritto il: 21/12/2014, 14:44

Spettro Vega

#1

Messaggio da d.belfiore »

Buongiorno amici, allego il mio modesto contributo allo spettro di Vega. Spettro scattato con canon eos 60d, mak 90 e filtro star analyzer 200. Dati di scatto: 1/13 sec., 640 iso. Ho effettuato la calibrazione con Astrospectrum 1.0.0., attraverso il ricoscimento della riga h beta che mi sembrava nettamente più evidente. Chiaramente adesso chiedo ai più esperti se lo spettro e ben eseguito e correttamente calibrato, inoltre volevo chiedere: non riesco a capire di cosa si tratta quelle evidente bande presente alla estrema sinistra dello spettro.
Grazie per commenti e critiche.
Allegati
Vega.JPG
Vega.JPG (28.7 KiB) Visto 5038 volte
Vega 2.jpg
Vega 2.jpg (124.34 KiB) Visto 5038 volte



Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6745
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Contatta:

Re: Spettro Vega

#2

Messaggio da serastrof »

Ciao Daniele,
ottima esperienza!

Nell'attesa del ns. guru spettroscopista, riflettendo sull'interrogativo che ti stai ponendo sono andato a rileggere wikipedia su Vega, che reca un paragrafo sul suo spettro. Lo copio/incollo tal quale, nell'intenzione di contribuire all'approfondimento sull'argomento.

"Spettro e composizione chimica
Lo spettro di Vega alle lunghezze d'onda di 3 820–10 200 Å; le gole del grafico coincidono con le righe di assorbimento dello spettro di diffrazione ad esso sottostante.
Lo spettro visibile di Vega è dominato dalle linee di assorbimento dell'idrogeno, in particolare dalla serie di Balmer, costituita, nel visibile, da quattro righe a diverse lunghezze d'onda, che sono prodotte dall'emissione di un fotone da parte dell'unico elettrone dell'atomo di idrogeno che, da uno stato eccitato, si sposta al livello quantico descritto dal numero quantico principale n = 2.[65][66] Le linee degli altri elementi sono relativamente deboli, e le principali sono relative al magnesio ionizzato, ferro[67] e cromo.[68]

Le indagini spettrali hanno permesso di determinare la metallicità della stella; gli astronomi usano il termine "metalli" per definire generalmente gli elementi che hanno un numero atomico superiore a quello dell'elio. La metallicità della fotosfera di Vega è solo il 32% dell'abbondanza di elementi pesanti presenti nell'atmosfera solare;[69] per raffronto il Sole possiede una metallicità (Z) di circa Z☉ = 0,0172 ± 0,002.[70] Quindi, in termini di abbondanza, appena lo 0,54% di Vega consiste di elementi più pesanti dell'elio. Questa metallicità insolitamente bassa rende Vega una stella di tipo Lambda Bootis.[71][72][73]

Il rapporto tra idrogeno ed elio osservato per Vega è 0,030 ± 0,005, circa il 60% di quello del Sole; questa differenza potrebbe essere dovuta alla mancanza di una zona convettiva poco al di sotto della fotosfera (essa infatti è ubicata, all'interno di Vega, a ridosso del nucleo): il trasferimento dell'energia avviene infatti prevalentemente mediante irraggiamento, il che potrebbe essere all'origine anche di un'anomala diffusione degli elementi all'interno della stella.[74]"

(https://it.wikipedia.org/wiki/Vega)

Cieli sereni e bui
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

d.belfiore
Utente
Utente
Messaggi: 33
Iscritto il: 21/12/2014, 14:44

Re: Spettro Vega

#3

Messaggio da d.belfiore »

Grazie mille per la risposta, la riga che mi riferiro è quella indicata in freccia le altre sembra evidente che si tratta della serie di balmer dell'idrogeno, di cui sempre abbastanza evidente la riga H beta attraverso la quale ho cercato di calibrare lo spettro. La riga si trova nella parte non cromatica del grafico.
Allegati
Vega rgb linea.JPG
Vega rgb linea.JPG (36.19 KiB) Visto 5021 volte
Vega freccia.jpg
Vega freccia.jpg (126.79 KiB) Visto 5021 volte

Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6745
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Contatta:

Re: Spettro Vega

#4

Messaggio da serastrof »

Si, anch'io avevo pensato facessi riferimento a quella "depressione".

(Ai miei occhi ignoranti, il grafico sembra molto simile a quello di Deneb che avevi già pubblicato qualche giorno fa. Significa qualcosa? Anche visualmente, la loro colorazione/brillantezza é sicuramente affine, rispetto a stellone più "calde" (per tono di colore, non per temperatura!!!!), come Arturo od Antares!!!!)

Non ci capisco un'acca, e probabilmente non é affatto significativa essendo parecchio fuori della parte cromatica, ma se ".....le gole del grafico coincidono con le righe di assorbimento dello spettro di diffrazione ad esso sottostante", e se "...Lo spettro visibile di Vega è dominato dalle linee di assorbimento dell'idrogeno, in particolare dalla serie di Balmer, costituita, nel visibile, da quattro righe....", tolte le 4 righe ben evidenti nella tua immagine, forse la gola della tua freccia (cor)risponde a: "....Le linee degli altri elementi sono relativamente deboli, e le principali sono relative al magnesio ionizzato, ferro[67] e cromo.[68]...."?

(Non lo so, sono completamente a digiuno della materia, lo chiedo a voi).

d.belfiore
Utente
Utente
Messaggi: 33
Iscritto il: 21/12/2014, 14:44

Re: Spettro Vega

#5

Messaggio da d.belfiore »

Ciao ,il fatto che che lo spettro di Vega e Deneb siano simili credo che sia abbastanza normale poichè appartengono entrambe alla classe spettrale A. Riguardo a quella riga non ho proprio idea di cosa sia :D , da premettere pure io sono un debuttante sull'argoemnto.

Rispondi

Torna a “Spettroscopia”