Campagna italiana contro la proliferazione incontrollata dei satelliti artificiali

Il Forum Skylive lancia la campagna “No Tele-sats Proliferations” contro la diffusione incontrollata dei mini-satelliti per telecomunicazioni, chiediamo con forza alle istituzioni internazionali di emanare nuove normative per limitare sia il numero che la luminosità dei satelliti, ed inoltre di non arrecare interferenze ai radiotelescopi.

FIRMA LA PETIZIONE!

https://www.change.org/p/president-of-t ... liferation

Aiutaci anche tu a proteggere il cielo stellato!

Link alla discussione.
viewtopic.php?f=11&t=20325

La Cometa di Neanderthal C/2022 E3 ZTF

Raccolta post con immagini di eventi particolari e fotografia a soggetto

Moderatore: serastrof

Rispondi
Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6800
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Contatta:

La Cometa di Neanderthal C/2022 E3 ZTF

#1

Messaggio da serastrof »

Il primo fenomeno astronomico di rilievo del 2023 é la presenza nel cielo notturno dell'emisfero boreale d'una nuova cometa:
la C/2022 E3 ZTF.

https://it.wikipedia.org/wiki/C/2022_E3_(ZTF)

E' un corpo che si sta rivelando estremamente interessante. Ragione per cui il web si é velocemente riempito d'immagini, mappe e testi, che la descrivono accuratamente.

https://theskylive.com/c2022e3-info

http://astro.vanbuitenen.nl/comet/2022E3

https://skyandtelescope.org/astronomy-n ... inoculars/

https://www.lucafornaciarifotografia.co ... tellarium/

https://www.skyatnightmagazine.com/advi ... 22-e3-ztf/

https://www.virtualtelescope.eu/wordpre ... jpg?x59943

CometaC2022E3_mappa-scaled.jpg
CometaC2022E3_mappa-scaled.jpg (385.17 KiB) Visto 1022 volte


Aggiungiamo infine anche "Accademia delle Stelle", realtà astrofila attivissima nel panorama della Capitale:

https://accademiadellestelle.org/cielo- ... naio-2023/




Personalmente, l'ho cercata stanotte, tra le ore locali 02:00 e le 03:00, trovandola come da mappe fra i due Carri. Più esattamente: fra Kokab ed Alfa Draconis.

Ovvero: sta praticamente alla stessa altezza della Polare, da cui si può facillimamente partire, per poi spostarsi lentamente "a destra". sI farà a quel punto centro su Kokab, e meglio ancora su 5 Umi (4,2mag) e poi scandire piano piano (meglio in distolta) il campo inquadrato, verso "destra", restando più o meno alla stessa altezza, ma "salendo" lievemente (ma meno che dell''altezza di Thuban).

In pratica é stata il vertice più alto e più a NE d'un (quasi) equilatero 5 Umi - Pherkad - Cometa

Se avete occhi buoni e soprattutto buoni cieli bui di montagna, dovreste - quantomeno in distolta - avvertire una capocchia di cotton fiocc con la coda un pochino obliqua "da sn a dx".

Al bino normale, vi ricorderà M31 ma più piccola, fantasmatica e soprattutto irregolare.

Al giant bino, da un prato di città, m'é apparsa "nettamente" (direi 6-7mag a confronto con stelle di tale luminosità), noniostante il suo esser naturalmente sfumata e non puntiforme.

Il nucleo appare oblungo, ovoidale, mentre la coda al 25x100 é arrivata (sfilacciata in due o tre filamenti) al bordo del campo inquadrato, anche quando ho portato il nucleo all'altro estremo.

Non ci metto la mano sul fuoco, ma m'é parso di cogliere una differenza di colore fra la "testa" (tinta più fredda) e la coda (bianchiccio sporco, avanastro, colore più "caldo"). Ma probabilmente sono stato condizionato dalle notizie di stampa e dalle astrofoto studiate nel web.

Devo dire che non m'aspettavo di trovarla, leggendo della sua non ancora (o non più) sufficiente brillantezza. Per cui sono stato piacevolmente sorpreso d'esserci riuscito.

Un colpo di fortuna, a dir la verità: non l'ho beccata al primo colpo, ma ho dovuto provare e riprovare, anche aspettando un buon momento d'aria pulita, ferma e secca. La notte era prevista ottima, ma sono arrivato in postazione con cielo velato e lattiginoso, con solo le primcipali dei 2 Carri a bucare il velo.

E' stato solo verso l'ultiimo che c'è stato un "buco" di sufficiente "nero" tutto attorno ai 2 Carri, e nel serpeggio del Drago. Ci sono passato sopra più volte, ma l'ho scoperta solo grazie ad un involontario passaggio alla "distolta". Acquisito dove fosse la nebulosità, sono riuscito ad mantennermi sul punto giusto per rendermi finalmente conto che non si trattava di una singolare forma di vapore terracqueo ma del più atteso corpo celeste chiomato e coduto delle ultime stagioni!

A tutti auguro la stessa felicità nello "scoprirla".

Cieli sereni e bui


Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa
Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6800
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Contatta:

Re: La Cometa di Neanderthal C/2022 E3 ZTF

#2

Messaggio da serastrof »

Dimenticavo: approfittatene in quessti giorni nonostante le condizioni non ottimali sia meteo che di Luna, perché non ritornerà più, nemmeno fra altri 50.000 anni.

La sua orbita, infatti, molto iperbolica, la sta portando definitivamente fuori del Sistema Solare, e quindi per i secoli a venire risulterà assolutamente improbabile qualsiasi sufficiente correzione di rotta.
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa
Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6800
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Contatta:

Re: La Cometa di Neanderthal C/2022 E3 ZTF

#3

Messaggio da serastrof »

Di seguito il mio report osservativo del 31/1/23 ore 21 circa.

C/2022 E3 ZTF si sta "alzando", nel senso che ogni sera sale in altezza, nel cielo del Nord.

Da vicino la Polare dei giorni appena passati, stasera sta molto più su, praticamente in Giraffa. Zona neutra, vuota di buoni riferimenti concreti.
Inoltre è molto più vicina all'aura di schiarimento cielo da parte di Luna, poco fa praticamente allo zenith, (scortata da presso da Marte).

ZTF stasera è da inseguitore leggero, astrotrack o EQ2 con motorino AR, perché molto più sfuggente senza"elettronica, e parecchio più fantasmatica.

L'ho trovata appena intuibile in distolta al 10x50, al giantbino perfettamente riconoscibile ma non più magnifica, e soprattutto meno accentuata fra chioma e coda: la dust tail ridotta ad un pizzico appena dietro la capocchia di cottonfiocc.
Nulla rispetto all'altra sera quando è uscita tranquillamente dal cerchio oculare.

Ovviamente in visuale della coda ionica manco parlarne, figuriamoci l'anticoda, che pure sta spopolando sul web astrofoto.

(Consigli validi solo per la sera in cui ho scritto, ndr)
Se la volete cacciare, da Polare salite su;
c'è una specie di "7" (4 in "orizzontale" e un po' staccate, 3 in mezzo verticale mezzo obliquo.
Tirate una riga sopra le tre "verticali" pari al loro segmento, poi scandite lentamente (sfruttando la distolta) verso "dx" per pochi gradi, dovreste vedere il puff evanescente della ZTF all'angolo in "alto a dx" d'un debole quadrilatero imperfetto (arrotondato in "alto a sn") (sarebbe la gola della Giraffa).

Comunque si muove, porca miseria! Molto più d'altre comete, da quel che ricordo!

Finora, precedenti comete osservate, nella stessa sera le ho sempre ritrovate là dove le avevo beccate.

Con la ZTF, invece (sarà stato il cielo schiarito, sarà stato un po' d'umido in quota) come staccavo l'occhio, ogni volta ho dovuto ripartire da Polare e ricostruirmi 'sta pacchiana geometria di riferimento!

Per cui tenetevi la mappa ben a portata di mano.

Ciemli sereni e bui
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa
Rispondi

Torna a “Le errabonde del cosmo”