Campagna italiana contro la proliferazione incontrollata dei satelliti artificiali

Il Forum Skylive lancia la campagna “No Tele-sats Proliferations” contro la diffusione incontrollata dei mini-satelliti per telecomunicazioni, chiediamo con forza alle istituzioni internazionali di emanare nuove normative per limitare sia il numero che la luminosità dei satelliti, ed inoltre di non arrecare interferenze ai radiotelescopi.

FIRMA LA PETIZIONE!

https://www.change.org/p/president-of-t ... liferation

Aiutaci anche tu a proteggere il cielo stellato!

Asteroide 1998or2 alla minima distanza

Raccolta post con immagini di eventi particolari e fotografia a soggetto

Moderatore: serastrof

Rispondi
Avatar utente
Jerry
Astrofilo Super Attivo
Astrofilo Super Attivo
Messaggi: 612
Iscritto il: 21/02/2015, 22:09
Strumentazione: Celestron 8, Skywatcher80ed, Skywatcher120ed, Celestron 11, Canon 350d, Canon600d, ASI120MM, Atik4000M, filtri LRGBHOIISII Baader, Tecnosky 115/800, TS 80/480, PST, MTO1000,
Località: Lombardia

Asteroide 1998or2 alla minima distanza

#1

Messaggio da Jerry »

Ho ripreso nella serata del 29 aprile l'asteroide che ha fatto notizia sui media per il suo passaggio ravvicinato alla Terra anche se era a ben oltre i 6 milioni di km.
La particolarità è data dalle notevoli dimensioni ( diametro medio di oltre 2km ) e quindi facilmente visibile anche se bassissimo sull'orizzonte ( 20-15° di altezza dalla mia postazione ).
Ho utilizzato il 120ed con la veloce Asi224MC e con pose da 2s era ben visibile.
Ho montato un filmatino mentre attraversava il campo del sensore riducendo la visione a una settantina di secondi dai 60 minuti originali.
Lo potete visionare o scaricare qui: http://www.astrofili-cremona.it/foto/19 ... 4-2020.mp4



Avatar utente
Gianluk
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 2615
Iscritto il: 18/12/2011, 18:35
Località: Lazio

Re: Asteroide 1998or2 alla minima distanza

#2

Messaggio da Gianluk »

Ciao Gerardo!
ho provato ad osservarlo con un piccolo binocolo vista la posizione impossibile per riprenderlo ma anche da sopra il tetto ho visto ben poco.

Ottimo lavoro! bravo!

Gianluca
Gianluca Putzolu

Rispondi

Torna a “Le errabonde del cosmo”