Utilizzare il laser in astronomia

Tutto ciò che concerne la pratica dell'astronomia, la strumentazione, l'autocostruzione e i softwares astronomici

Moderatore: serastrof

Rispondi
Abraham
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: 17/09/2018, 13:24

Utilizzare il laser in astronomia

#1

Messaggio da Abraham »

Scusate la domanda ma come si utilizza il laser in astronomia ? Io ne ho uno da 200 mW con spettro da 532 nm, da questo negozio: https://www.laserpotenti.com/ È troppo potente! :shock: Qual è l'intervallo di potenza adatto?



Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6691
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Contatta:

Re: Utilizzare il laser in astronomia

#2

Messaggio da serastrof »

Ciao, benvenuto! Scusa il ritardo, ma per tanti motivi è da tempo che non accedo al forum.
In astrofilia (cioè astronomia amatoriale) il laser a fascio spesso verde si usa semplicemente come "puntatore".

Ovvero si può installare in asse col cercatore e/o col tubo principale, come aiuto nella ricerca di un oggetto celeste da inquadrare. Più frequentemente, lo si usa a mano libera mettendolo appunto a mano nel cercatore mentre si guarda nell'oculare, e poi si sposta il tubo principale alla ricerca del proprio bersaglio.

Ancor più frequentemente, lo si usa nelle serate osservative pubbliche, generalmente da parte d'un astrofilo esperto, per indicare ai partecipanti meno esperti, durante la propria esposizione,i vari oggetti celesti o le costellazioni da osservare, in modo da far immediatamente riconoscere ed apprezzare quanto si va illustrando a voce.

Circa i valori di potenza, in teoria non sono poi così elevati ma occorrerebbe misurare l'effettiva intensità dell'emissione. La lunghezza d'onda di 532nm è quella del verde: https://it.wikipedia.org/wiki/Puntatore_laser

Un'avvertenza fondamentale: mai puntare il fascio laser addosso a persone, altri esseri viventi, aeroplani ed altri veicoli in movimento, anche terrestri, può essere molto pericoloso.

Fare attenzione anche alle superfici riflettenti (vetrate, finestre, superfici lucide, etc...) perché possono deviare il raggio in maniera incontrollata ed involontaria, con effetti indesiderati anche gravi.


Infine: l'utilizzo dei puntatori laser è vietato in stadi, eventi sportivi e laddove vi sia radunato un alto numero di persone, e comunque la detenzione e l'uso di tali strumenti è soggetto a restrizioni ed autorizzazioni preventive, e va maneggiato da personale qualificato.
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

Rispondi

Torna a “Astronomia Pratica, Attrezzatura e Softwares”