Condominio, lettera per impianti di illuminazione

Inquinamento Luminoso, cos'é, effetti collaterali e non, come si combatte

Moderatore: serastrof

209103lh
Astrofilo Principiante
Astrofilo Principiante
Messaggi: 74
Iscritto il: 18/06/2009, 0:19
Località: Lombardia

Re: Condominio, lettera per impianti di illuminazione

#31

Messaggio da 209103lh »

...spero di essermi spiegato [emoji6]


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk



209103lh
Astrofilo Principiante
Astrofilo Principiante
Messaggi: 74
Iscritto il: 18/06/2009, 0:19
Località: Lombardia

Condominio, lettera per impianti di illuminazione

#32

Messaggio da 209103lh »

... la soddisfazione di questa piccola vittoria è che se uno vuole combattere l’IL e ci mette l’impegno necessario ci riesce anche contro i più reconditi stereotipi della coscienza umana qual’è appunto quello che “più luce uguale più sicurezza” , cosa vera solo come percezione innata che può avere senso per le belve della foresta di 2 mila anni fa , ma non contro l’essere umano dotato di intelligenza del 2020 che spera possa esserci luce nel commettere i propri crimini , infatti la luce ci darà solo una “illusione” di percezione di sicurezza ma mai una vera sicurezza , come noi tutti sappiamo ...

Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6691
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Contatta:

Re: Condominio, lettera per impianti di illuminazione

#33

Messaggio da serastrof »

209103lh ha scritto:...spero di essermi spiegato [emoji6]
Perfettamente! Evviva!

Ovviamente, considerando le vecchie sfere omnidirezionali, ai led è piaciuto vincere facile. Ma sono stati inventati apposta, no? Per migliorare, non per fare peggio.
(Anche se poi, in certe situazioni d'impianto mal progettato e realizzato anche peggio, risultano un rimedio peggiore del male, a dir la verità.... :cry: - Ad esempio, quando si spara luce bianco violacea a tutta birra.... e magari anche mal orientata.....basti pensare a certi fari automobilistici che t'accecano per lunghissimi secondi quando incroci certe vetture... di cui i proprietari vanno perfino fieri!).

Come per qualsiasi tecnologia, non è la tecnologia in sè ad esser nociva, ma l'uso maldestro che homunculus stupidus stupidus riesce "sapiententemente" a tirarne fuori!
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

Avatar utente
serastrof
Forum Manager
Forum Manager
Messaggi: 6691
Iscritto il: 19/06/2009, 15:17
Contatta:

Re: Condominio, lettera per impianti di illuminazione

#34

Messaggio da serastrof »

209103lh ha scritto:... la soddisfazione di questa piccola vittoria è che se uno vuole combattere l’IL e ci mette l’impegno necessario ci riesce anche contro i più reconditi stereotipi della coscienza umana qual’è appunto quello che “più luce uguale più sicurezza” , cosa vera solo come percezione innata che può avere senso per le belve della foresta di 2 mila anni fa , ma non contro l’essere umano dotato di intelligenza del 2020 che spera possa esserci luce nel commettere i propri crimini , infatti la luce ci darà solo una “illusione” di percezione di sicurezza ma mai una vera sicurezza , come noi tutti sappiamo ...
Anzi, tale illusione è talmente radicata che andrebbe condotta solo per ciò stesso una specifica (e prolungata) campagna pubblica di rieducazione sociale forzata!
Le statistiche criminali hanno sempre affermato che la maggior parte dei reati, sia quelli contro la persona che quelli contro il patrimonio, sono commessi di giorno, non di notte!!!
Chi delinque od ha intenzione di farlo, non considera la luce (naturale od artificiale che sia) come un problema od un fattore di difficoltà nel mettere in atto il proprio piano criminale, poichè al contrario quest'ultimo, nella maggior parte dei casi, ha bisogno di adeguata luminosità per andare a segno: scippi, furti, rapine, violenze d'ogni tipo, anche le più efferate, sarebbero vanificate e fortemente ridotte dalla mancanza di luce!

I colpi (sia fisici che d'arma da fuoco o da taglio, la destrezza nell'asportare, etc...) non andrebbero per nulla a segno per il semplice fatto che è soprattutto l'aggressore ad aver bisgno della necessaria visibilità per colpire giusto,

Al contrario, in assenza di luce sufficiente, brancolando nel buio, il malintenzionato fallirebbe la mira e s'agiterebbe inutilmente a vanvera come un pagliaccio ubriaco.

In tal senso, incrementare la potenza d'irraggiamento, di fatto ha solo l'effetto di abbagliare la vittima e/o il difensore, poichè la sua pupilla si chiuderebbe autoregolandosi per le zone rischiarate, perdendo del tutto la sensibilità nell'intuire eventuali presenze nocive occultate nelle aree scure.

Può sembrare una contraddizione, ma non lo è affatto: si è più sicuri al buio, poichè si ha maggiore sensibilità nei confronti dell'intero ambiente circostante, e maggior contezza d'eventuali presenze ostili, piuttosto che il contrario.
Guardare all'Infinito, agire nel Finito
Alzare la testa, allargare il pensiero
serastrof@yahoo.it per un'astrofilia popolare e di massa

Rispondi

Torna a “Inquinamento Luminoso”